Embriologa dell’équipe 9.baby, svolge la sua attività principalmente a Bologna, Bergamo, Treviso e Cattolica, dove ricopre il ruolo di responsabile del laboratorio. Carlotta Zacà si è laureata nel 2012 in Biologia della salute presso l’Università di Bologna, con il massimo dei voti. Ha cominciato la sua attività come embriologa frequentando dal 2011 al 2013 il Centro di Infertilità e Procreazione Medicalmente Assistita del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche (Policlinico S.Orsola-Malpighi – Bologna) dove ha svolto la tesi di laurea. E’ iscritta all’Ordine Nazionale dei Biologi dal 2012; ha conseguito il Master 2° livello in Medicina e Biologia della Riproduzione presso l’Università degli studi di Padova nel 2014 e presso lo stesso ateneo ha effettuato il Corso di perfezionamento in Medicina della Riproduzione nel 2015. Dal 2013 è parte dell’équipe di 9.baby, rete di centri per la fertilità nata dall’esperienza di Tecnobios Procreazione; svolge la propria attività principalmente presso il centro 9.baby di Bologna, è la responsabile del laboratorio del Centro Extra Omnes di Cattolica, fa parte anche dei gruppi di lavoro attivi nei centri di Treviso e Bergamo. Ha pubblicato diversi lavori di ricerca scientifica, come prima autrice o come co-autrice, approfondendo alcune tematiche connesse all’embriologia e all’attività del laboratorio di embriologia e andrologia; in particolare, si è dedicata ad approfondire anche dal punto di vista teorico i processi di congelamento e crioconservazione di ovociti ed embrioni; ha scritto diversi articoli sulla strategia del ‘freeze all’ e sul concetto di probabilità cumulativa di nascita (cumulative live birth) e ha studiato anche la cosiddetta conta spermatica come fattore impattante sul tasso di nascita cumulativo nei cicli di fecondazione assistita, in relazione alla risposta ovarica. È intervenuta a molti congressi e convegni dedicati alla medicina e alla biologia della riproduzione e ha partecipato in qualità di relatrice anche all’edizione 2021 del meeting dell’ESHRE- European Society of Human Reproduction, con una relazione sullo studio retrospettivo effettuato su dati nazionali inviati dai diversi centri di procreazione assistita all'Istituto Superiore di Sanità, dedicato al tasso di fertilizzazione quale indicatore di probabilità di nascita cumulativa. Dal 2020, è membro del Comitato Scientifico SIERR (Società Italiana Embriologia Riproduzione e Ricerca).

Contenuto dell'autore

Contatta

Loading
Donate oggi alla Società Europea della Fertilità!
Il tuo dono assicurerà che la Società Europea di Fertilità potrà fornire supporto ed educazione per i pazienti che si trovano alle prese con l'infertilità.
Donazione unica:
Donazione mensile:

Test